www.cellularitalia.com
 
         F O R U M    Segui CellularItalia su Twitter Segui CellularItalia su Facebook 
Ciao! Log in Crea un nuovo profilo

Avanzata

in atto disattivazione massiva di sim

Inviato da Iencenelli 
Re: in atto disattivazione massiva di sim
23.07.2007 - 14:59
sempre di m...a di tratta :)


Re: in atto disattivazione massiva di sim
24.07.2007 - 14:57
Salve e permettete la domanda:
Perchè una notizia del genere (disattivazione di + di 5000 schede) non viene pubblicata sulle news della pagina principale del sito ?
Per scelta editoriale, o per altro ?
Grazie


Re: in atto disattivazione massiva di sim
24.07.2007 - 16:11
per altro...

questo sito è risaputo che prende mazzette ::smoke::


Re: in atto disattivazione massiva di sim
25.07.2007 - 09:51
non ci capisco piu... nulla

Gentile Sig.

a seguito della sua richiesta, le comunichiamo che è possibile trasferire il credito residuo presente sulla usim disattivata, trasferendolo su altra usim 3 a lei intestata o appartenente ad altro utente 3 da lei indicato.
A breve sarà possibile scaricare il modulo per richiedere il trasferimento del credito direttamente dal sito fisso. Il modulo potrà essere inviato a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno. Tutti i riferimenti saranno riportati sul modulo stesso.
La informiamo, che la possibilità di trasferire il credito residuo tra i vari gestori, in caso di portabilità del numero, è stata da tempo richiesta da 3, ma attualmente non esiste un accordo che ci consenta di farlo.


Re: in atto disattivazione massiva di sim
25.07.2007 - 14:02
Io so di gente che ha dovuto attivare una nuova SIM (con le oscene tariffe nuove). Su questa nuova SIM hanno poi portato il vecchio numero ed il vecchio credito, comprensivo del bonus.
Unico costo sostenuto sono i 30 euro per la SIM. In pratica hanno fatto una portabilità interna..


Re: in atto disattivazione massiva di sim
27.07.2007 - 16:43
Hanno fatto una "cavolata", ma chi non ha ricaricato sapeva quello che gli sarebbe successo.


Re: in atto disattivazione massiva di sim
27.07.2007 - 18:28
Non mi risulta che tre trasferisca anche i bonus. Trasferiscono i bonus in caso di errate disattivazioni, cioè quando il cliente gli sbatte in faccia le ricevute delle ricariche....


Re: in atto disattivazione massiva di sim
28.07.2007 - 15:26
Non risulterà a te..


Disattivazione sim TRE, ecco cosa fare:
30.07.2007 - 16:45
Non è farina del mio sacco, ma ho contattato il "titolare" ed ho avuto l'ok scritto:
************************************************** ******************



Chiedo scusa per l'apertura del thread, ma se possibile vorrei fosse messo questo in evidenza e chiuso ai commenti in quanto l'altro risulta ormai di difficile lettura per chi ancora non avesse ben compreso cosa deve fare e come. Se non lo ritenete utile, potete tranquillamente chiudere/cancellare.


1) Innanzitutto, è necessario inviare ad H3G una raccomandata A/R di Messa in Mora all'indirizzo: H3G SPA - Casella Postale 133, Cinecittà, Roma. Oltre alla raccomandata, se volete, potete mandare lo stesso testo (che troverete qua sotto) via email all'indirizzo servizioclienti@tre.it e via FAX al numero verde 800.179.600. Ricordatevi però che la Raccomandata è fondamentale, quindi non gettate la ricevuta di ritorno.

NB - Assieme alla Raccomandata e al FAX è necessario allegare un documento fronte/retro ed il vostro codice fiscale.

2) Aspettate l'eventuale risposta (15 gg.) MA, in caso veniate ricontattati telefonicamente e vi propongano soluzioni che riteniate adeguate alla risoluzione del vostro contenzioso, ESIGETE una conferma SCRITTA. Le belle parole non contano niente.

3) In mancanza di contatto e/o in caso di soluzioni inadeguate alle vostre esigenze, sarà ora necessario ricorrere alla Conciliazione Obbligatoria attraverso il Co.Re.Com della vostra regione.

NB - La procedura di Conciliazione può comunque essere inoltrata immediatamente.

Visitate dunque il sito dell'AGCOM alla pagina Operatori-Utenti http://www.agcom.it/operatori/operatori_utenti.htm - e leggete le alternative in caso il Co.Re.Com non sia presente nella vostra regione. Sempre da quella pagina dovrete scaricare, compilare e spedire, i seguenti documenti:

a) Formulario UG per l'istanza di Conciliazione.
b) Formulario GU5 per la riattivazione temporanea dell'utenza.

Se il Co.Re.Com è presente nella vostra regione, non esitate a contattarlo telefonicamente anche e soprattutto per avere un aiuto o dei suggerimenti nella compilazione dei sopracitati moduli. Come allegati, inserite le eventuali risposte avute da H3G, una copia della Messa in Mora da voi inviata, copia delle Condizioni Generali di Contratto di H3G (per l'art. 5.4), eventuali tabulati telefonici a riprova che la vostra utenza era in grado di inviare chiamate il giorno prima della disattivazione, qualsiasi altra documentazione in grado di attestare le vostre ragioni. Chiedete comunque consiglio al Co.Re.Com.

4) Nel caso anche il tentativo di Conciliazione non registrasse soluzioni a voi adeguate, non vi resta che leggere quanto riportato all'Allegato A alla delibera n. 173/07/CONS - http://www.agcom.it/provv/d_173_07_CONS_All_A.htm e procedere, ahimè, di conseguenza.


Di seguito, il testo di Raccomandata di Messa in Mora da inviare ad H3G e che può essere usata anche nella compilazione del Formulario UG in caso di Conciliazione presso il Co.Re.Com.
Leggetelo tutto con attenzione, inserite i dati in chiaro e fate le opportune modifiche rapportate alla vostra personale situazione.

NB - Non sono un avvocato ne studio legge, quindi non chiedetemi consigli a carattere personale in quanto non posso darvene. Sto solo tentando di fare un po' di chiarezza sulle procedure e sulla forma, avvalendomi di ciò di cui sono a conoscenza.


Nome e Cognome
Via e numero civico
CAP Città (PROVINCIA)
Codice Fiscale
Utenza H3G: 3xx xxxxxxx

Alla cortese attenzione di H3G SPA
CP 133 Roma Cinecittà
800.179.600

p.c. Aduc,
Associazione Diritti Utenti Consumatori
Via Cavour 68 - 50129 Firenze

p.c. Autorità Garanzie nelle Comunicazioni
Direzione Tutela dei Consumatori
Fax 081.7507616

I fatti:

Nella notte fra il 19.7 ed il 20.7.2007 scopro che la mia USIM H3G risulta inattiva. Chiamando immediatamente il Centro Assistenza 3 al numero 133 (a pagamento), sono venuto a conoscenza che la USIM (n. tel. 3xx xxxxxxx) in mio possesso era stata disattivata per scadenza contrattuale, in quanto (a detta loro) non ricaricata sin dal giugno 2006.

La disattivazione risulta illegittima per i seguenti motivi:

1) La Legge 40/2007 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 aprile 2007 prevede che sia "... vietata la previsione di termini temporali massimi di utilizzo del TRAFFICO o del SERVIZIO acquistato ...".

H3G, da me interpellata tramite l'assistenza riservata ai clienti, sostiene che: "il Decreto Bersani non ha modificato, né lo potrebbe, la durata contrattuale del rapporto giuridico che è e rimane nella diretta disponibilità delle parti contraenti; è intervenuto solo a stabilire che il Credito Residuo, frutto di ricarica acquistata dal Cliente, e presente sull’utenza telefonica prepagata, non è soggetto a scadenza".

Faccio notare che H3G si sofferma sul Decreto e non sulla Legge che ha altresì aggiunto, al divieto di porre termini massimi di utilizzo del traffico, anche quello relativo ai servizi acquistati. Seppur H3G volesse sostenere che la USIM di fatto non è un servizio, a tutti gli effetti lo è il piano tariffario, i bonus residui derivanti dalle caratteristiche del piano tariffario e le opzioni regolarmente attivate, fra le quali "Gente di 3" e "Naviga 3" che prevedono un rinnovo mensile tramite decurtazione del credito residuo e rinnovate pochi giorni prima della disattivazione dell'utenza.

A riprova di tale affermazione e di contro a quanto sostenuto da H3G, si noti che, l'Art. 5.4 relativo alle Condizioni Generali di Contratto di H3G afferma: "In caso di Servizi prepagati, 3 fornirà al Cliente i predetti Servizi ..." - H3G stessa definisce quindi le utenze della propria clientela come Servizi e, come tali, sono irrimediabilmente soggetti alla 40/2007 che non ne prevedono alcuna scadenza.

2) La Delibera AGCOM n. 179/03/CSP dichiara: "Art. 4 comma 3 - Ai fini di cui al comma 1, gli organismi di telecomunicazioni si impegnano a: presentare, in modo chiaro, esatto e completo, i contenuti del servizio nonché i termini e le modalità di erogazione ed in particolare i prezzi, l’unità di conteggio e le modalità di tassazione applicate, la periodicità della fatturazione, i periodi minimi contrattuali, le condizioni per il rinnovo ed il recesso, eventuali penali e le condizioni per la cessione del credito e la relativa notifica all’utente ai sensi dell’articolo 1264 c.c.".

Nella fattispecie, si noti che:

a) NON è stata fornita alcuna comunicazione in merito alla imminente scadenza della USIM.
b) Sul sito 133.it, Area Clienti, NON è possibile visualizzare la scadenza della USIM.
c) Sul sito 133.it, Area Clienti, lo storico ricariche non visualizza un periodo superiore a 6 mesi, rendendo IMPOSSIBILE verificare la scadenza della USIM nei termini di contratto previsti (12 mesi + 1).
d) Sul sito 133.it, Area Clienti, nello storico ricariche vengono visualizzate anche le ricariche derivanti da Autoricarica, lasciando presagire che la ricarica prolunghi la scadenza della USIM.
e) In base ai 4 punti sopraelencati si deduce la TOTALE IMPOSSIBILITA' di conoscere la scadenza della USIM.

3) Il già citato Art. 5.4 relativo alle Condizioni Generali di Contratto di H3G afferma: "In caso di Servizi prepagati, 3 fornirà al Cliente i predetti Servizi per un periodo di 12 (dodici) mesi decorrenti dal giorno di attivazione della Carta USIM o dall'ultima operazione di pagamento (ricarica), più un ulteriore mese durante il quale la Carta USIM sarà abilitata soltanto alla ricezione di servizi gratuiti. Trascorso detto periodo, 3 disattiverà la Carta USIM e non rimborserà il Credito Residuo. L'eventuale Credito Residuo potrà essere trasferito su altro prodotto 3."

Nello specifico, ci tengo ad informaVi che la mia utenza 3xx xxxxxxx, in data 19.07.2007 era abilitata sia alle chiamate entranti che a quelle uscenti. H3G avrebbe quindi violato le proprie Condizioni Generali di Contratto, inibendo, fra le altre cose, l'unica possibilità per il cliente di venire a conoscenza della scadenza della propria USIM, ovvero quella di accorgersi del fatto in quanto l'utenza risulta abilitata solo alle chiamate entranti.

A seguito di quanto sin qui riportato, chiedo:

1) La riattivazione dell'utenza H3G in questione, numero telefonico 3xx xxxxxxx.
2) Il ripristino della tariffa posseduta all'atto della disattivazione, nella fattispecie SuperTua Più.
3) Il ripristino del credito residuo alla data del 19.07.2007 di circa X,00 euro più eventuali bonus di ricarica presenti all'atto della disattivazione (X minuti di chiamate ricevute).
4) Il ripristino delle opzioni attive alla data del 19.07.2007, nello specifico "Gente di 3" e "Naviga 3", regolarmente pagate per il mese di Luglio/Agosto.
5) Eventuale risarcimento danni materiali e morali.

Resto a Vostra disposizione per qualsiasi contatto al numero: 3xx xxxxxxx

Cordiali Saluti,
Nome e Cognome
FIRMA A MANO


Re: in atto disattivazione massiva di sim
30.07.2007 - 19:33
Re: in atto disattivazione massiva di sim
30.07.2007 - 20:41
Iencenelli ha scritto:
----------------------------------------
> bel post


Ho appena letto su una fonte concorrente che anche un legale di una nota associazione consumatori ha avuto la sim disattivata.
Leggo che ha richiesto il tabulato delle chiamate in entrata e in uscita fino al momento della disattivazione, anche per dimostrare, che H3g ha palesemente violato il contratto stipulato con i clienti. (ora ho semplifiacato, ma immagino ci sia dell'altro a cui riferirsi).
Ovviamente dopo la raccolta delle "prove" se non soddisfatti da H3g, si deve andare in conciliazione (obbligatoria per legge)
PS. Viene interpretato che il problema non è la restituzione del credito comprato o autoricaricato, ma la disattivazione in se che è illeggittima.


go3
Re: in atto disattivazione massiva di sim
31.07.2007 - 20:14
La questione non mi sembra tanto semplice... e credo che tre si sia fatta i suoi bei ragionamenti legali prima di procedere con queste disattivazioni.

Siccome non esistono precedenti legali credo si debba ragionare per analogia.
Io la formulo così....

USIM: campo coltivabile

BONUS: prodotti agricoli (che derivano dall'utilizzo del campo)

RICARICA: affitto dovuto al proprietario del campo (TRE)... che prima del decreto Bersani si concretizzava nella parte di ricarica destinata in spese di ricarica...

Se il padrone del campo (TRE) si dimentica di esigere da voi l'affitto ... non ha nessun obbligo di buttarvi fuori alla scadenza del contratto... può tacere e lasciarvi lì tranquilli...

Il vostro contratto durava 12 mesi + un mese nel quale vi veniva concesso di fare trasloco ma senza coltivare più la terra... lui si è dimenticato di sollecitarvi... e non ha giuridicamente nessuna colpa per questo, non aveva l'obbligo di sollecitarvi... e comunque non può esigere il pagamento dell'affitto per i mesi di vostra permanenza oltre il 12 mese...

Passano due anni... voi continuate a coltivare ed a consumare... il granaio (nel terreno del padrone) è strapieno...

Un bel giorno il padrone TRE si sveglia... e vi manda via... e contrattualmente può farlo....

Se non lo facesse dopo venti anni il terreno diviene vostro... USUCAPIONE


Spiacente, solo gli utenti registrati possono intervenire. Cosa aspetti a registrarti?

Clicca qui per collegarti


Pubblicita'


Pubblicita'





CellularItalia 1999-2022 - P.IVA 01168620993 - Tutti i diritti riservati