www.cellularitalia.com
 
         F O R U M    Segui CellularItalia su Twitter Segui CellularItalia su Facebook 
Ciao! Log in Crea un nuovo profilo

Avanzata

chiarimento decreto bersani

Inviato da smoke78 
Re: chiarimento decreto bersani
22.06.2007 - 09:47
io non so se e' giusto o sbagliato far scadere una sim, so solo che la legge non ammette ignoranza e con un SMS al 4155 scrivendoci "INFO" arriva un SMS gratis che ti dice che piano tariffario hai, quando scade la sim e quando hai fatto l'ultima ricarica.
nel momento che metti una firma in un contratto telefonico mobile sai che hai diritti ma anche doveri.
sul fatto delle sim che scadono a me da fastidio dover ricaricare per forza, ma capisco che, se non si facesse cosi nel giro di un paio di anni avremmo numeri tipo 329 5687598569850522
e perderemmo piu' tempo a comporre un numero piuttosto che a telefonare.
premetto che imparare numeri cosi difficili a memoria ci aiuterebbe a tenere il cervello in allenamento :-)


Re: chiarimento decreto bersani
22.06.2007 - 13:41
ehm credo che il piano telefonico nazionale lo devi studiare a fondo. :)

I numeri di cellulare possono arrivare al max a 10 cifre


Re: chiarimento decreto bersani
24.06.2007 - 10:56
per trasferire il credito su un'altra sim wind bisogna fare sempre una raccomandata? o basta chiamare il 155?


Re: chiarimento decreto bersani
24.06.2007 - 13:06
smoke78 ha scritto:
----------------------------------------
> per trasferire il credito su un'altra sim wind
> bisogna fare sempre una raccomandata? o basta
> chiamare il 155?


Non si può fare tramite il 155 e poiché hanno chiuso i fax, ci vuole sempre la raccomandata AR: si tengono 5 € per il disturbo.
Fatti i conti tra raccomandata e "disturbo" partono quasi 10 €.


Re: chiarimento decreto bersani
24.06.2007 - 13:16
il costo della raccomandata AR fino a 3 pagine è di € 4,10 (fonte: PosteItaliane)


Re: chiarimento decreto bersani
24.06.2007 - 14:47
Capitano Nemo ha scritto:
----------------------------------------
> smoke78 ha scritto:
> ----------------------------------------
> > per trasferire il credito su un'altra sim wind
> > bisogna fare sempre una raccomandata? o basta
> > chiamare il 155?
>
>
> Non si può fare tramite il 155 e poiché hanno
> chiuso i fax, ci vuole sempre la raccomandata AR:
> si tengono 5 € per il disturbo.
> Fatti i conti tra raccomandata e "disturbo"
> partono quasi 10 €.


Federico_2 ha scritto:
----------------------------------------
> il costo della raccomandata AR fino a 3 pagine è
> di € 4,10 (fonte: PosteItaliane)

I miei quasi 10 € sono per la precisione 9,10 €.


Re: chiarimento decreto bersani
25.06.2007 - 10:40
maurizio1969 ha scritto:
----------------------------------------
> sul fatto delle sim che scadono a me da fastidio
> dover ricaricare per forza, ma capisco che, se non
> si facesse cosi nel giro di un paio di anni
> avremmo numeri tipo 329 5687598569850522


Basta aprire altri archi di numerazioni. Tipo hai pensato a quanti altri 32X si possono usare? Per non contare che a Wind hanno attribuito anche le numerazioni 38X.

E comunque credo che le numerazioni possono eventualmente raggiungere anche le 11 cifre, se si rendesse necessario.


Re: chiarimento decreto bersani
25.06.2007 - 11:55
ma quando mai...

mica c'è bisogno di un milione di miliardi di numeri.

E' giusto che il numero scada... e il credito rimanga a disposizione


Re: chiarimento decreto bersani
25.06.2007 - 14:30
Iencenelli ha scritto:
----------------------------------------
> ma quando mai...
>
> mica c'è bisogno di un milione di miliardi di
> numeri.
>
> E' giusto che il numero scada... e il credito
> rimanga a disposizione

Ad essere pignoli, non è importante che cosa è giusto o che cosa è sbagliato. Importa quello che dice la legge.
Se la legge non va bene ci si adopera per farla cambiare.
L'Italia è piena di leggi fatte per far piacere a qualcuno, o modificate dietro richiesta di qualcuno.
L'esempio più eclatante è la legge che obbliga i gestori a fornire il dettaglio delle telefonate. Si tratta di una legge promulgata dietro ad una richiesta dell'UE.
Pertanto la troviamo più o meno uguale in tutti i paesi UE.
Solo in Italia all'ultimo momento gli hanno appiccicato l'obbligo di coprire le ultime 3 cifre. La richiesta è giunta dalla Telecom per rendere più difficile l'identificazione della telefonata e di conseguenza la contestazione di telefonate a detta del cliente mai fatte.
La storia della privacy è una balla megagalattica (a nessuno frega niente della privacy: viene usata come scusa per coprire omissioni e/o abusi).
Tornando alla scadenza delle SIM: vale ciò che dice la legge, non quello che dice il buon senso o ciò che piace ai gestori. Il resto non vale nulla. Visto che la legge è scritta in Italiano (e non in giapponese), basta leggerla attentamente.
Se la Wind non avesse la coda di paglia, avrebbe aperto un confronto serio con le associazioni dei consumatori e con l'AGCOM per trovare una soluzione condivisa.
Alla Wind interessa solo intascarsi i soldi delle SIM disattivate. Tra raccomandata A/R e costi chiesti dalla Wind per trasferire il credito (in totale 9,10 €) nella maggior parte dei casi al malcapitato cliente non conviene farsi trasferire un bel niente.
Se invece il credito è notevole e vale la pena di recuperarlo, il cliente potrebbe essere costretto ad acquistare una nuova SIM, che ovviamente ha un nuovo numero.


Re: chiarimento decreto bersani
25.06.2007 - 16:35
basta mettere ulteriori 3 cifre oltre al numero e l'oscuramento sparisce




Re: chiarimento decreto bersani
25.06.2007 - 16:40
Iencenelli ha scritto:
----------------------------------------
> basta mettere ulteriori 3 cifre oltre al numero e
> l'oscuramento sparisce
>


ehi, mi hai rubato il metodo!! volevo dirlo io

cmq ho notato che va composto prima del 1° squillo, e questo rende difficile quando chiamo un numero di casa telecom



Spiacente, solo gli utenti registrati possono intervenire. Cosa aspetti a registrarti?

Clicca qui per collegarti


Pubblicita'


Pubblicita'





CellularItalia 1999-2022 - P.IVA 01168620993 - Tutti i diritti riservati