www.cellularitalia.com
 
         F O R U M    Segui CellularItalia su Twitter Segui CellularItalia su Facebook 
Ciao! Log in Crea un nuovo profilo

Avanzata

Anticipazioni convention TIM

Inviato da iome 
Anticipazioni convention TIM
18.05.2006 - 20:00
Ecco un articolo apparso oggi su affari e finanza. E' un'intervista all'amministratore delegato telecom. Sono alcune anticipazioni che riguardano sia tim che telecom
Ciao a tutti


La convergenza fissomobile alla prova del telefono Unico


GIUSEPPE TURANI


«Prima dell’estate, fra maggio e giugno, Telecom si presenterà al pubblico italiano con due novità: l’Uma e il Dbvh. Si tratta di un grosso sforzo tecnologico e di investimenti che però cambierà un po’ la vita dei nostri utenti». Riccardo Ruggiero, amministratore delegato di Telecom, si tiene un po’ sulle sue perchè è alla vigilia di una convention nella quale dovrà spiegare tutte le novità ai suoi manager e vuole tenersi qualche sorpresa anche per loro, ma accetta comunque di disegnare a larghi tratti quello che sta per accadere.
«Entro maggio lanceremo il servizio Uma. In sostanza si tratta di un telefono in grado di funzionare sia come normalissimo cellulare, quando si è fuori casa o fuori ufficio. Non ci sarà, in questo tipo di usi, alcuna differenza rispetto ai telefonini che la gente già usa, Sarà tutto assolutamente identico a oggi. Le novità arriveranno quando uno sarà in casa o in ufficio».
Che cosa cambia?
«Il telefono Uma, che si chiamerà Unico, dispone anche di una connessione wifi. E quindi, una volta configurato (una sola volta, per carità) poi si collegherà da solo alla rete Adsl esistente in casa o in ufficio. E da quel momento, fino a quando si resterà in casa o in ufficio, le telefonate verranno smistate via rete fissa, attraverso il sistema Voip, e non via radio».
Una bella cosa.
«Credo che siamo fra i primi al mondo, se non proprio i primi, a commercializzare i telefoni Uma. Ma devo dire ancora qualcosa che è molto interessante. Quando si è in esterni, il telefonino, ovviamente, comunica alla sua velocità normale, solita. Quando invece si è in casa o in ufficio, poiché il collegamento avviene via Adsl su rete fissa, il collegamento viaggia alla velocità della rete Adsl. Questo significa che se uno è in casa e vuole scaricarsi della musica o un video, lo potrà fare alla velocità della sua rete Adsl, cioè anche a 4 megabyte e oltre. Non è una cosa da poco».
Questi telefonini Uma, anzi Unico, partono con quale velocità?
«Per il momento si tratta di normali Gsm, ma entro l’anno passeranno sulla rete Hsdpa, che viaggerà molto più velocemente e che nei prossimi anni arriverà anche a 15 mega».
Costo di questa impresa?
«Dobbiamo ancora definire il tutto. Ma penso che faremo una tariffa flat, ad esempio, verso tutti i telefonini Tim».
E poi abbiamo la televisione sul cellulare, quella che si chiama in gergo tecnico la Dvbh, ma che la gente comincia a chiamare la «Walk Tv», la tv che si può vedere mentre si cammina o mentre si è in mobilità.
«Sì. Noi partiremo a fine maggioinizio giugno e all’inizio risulteranno coperte tre grandi città. E cioè Milano, Roma, Torino. Intanto i lavori per costruire la rete stanno andando avanti molto velocemente e presto, entro l’anno, arriveremo a coprire moltissime altre città. In totale dovremo essere in grado di servire il 65 o anche il 70 per cento per cento della popolazione italiana con questo nuovo servizio».
Qualcuno dice che la Walk Tv avrà un successo spaventoso. Sarà un boom come quello delle radioline giapponesi di qualche decennio fa.
«Non lo so. Io me lo auguro, naturalmente. Molto dipenderà da come i vari operatori riusciranno a organizzare i contenuti. Mi rendo conto che per un tifoso essere allo stadio a guardare la partita della propria squadra e intanto seguire sul videotelefonino quello che succede sugli altri campi e vedere il gol di questo o quel giocatore (che magari fa perdere lo scudetto alla sua) può essere molto interessante e molto intrigante. Ho visto i telefonini che si useranno per vedere la tv e devo dire che sono straordinariamente piccoli e che hanno degli schermi davvero inaspettati per delle macchinette di dimensioni così modeste. Si vede benissimo. E’ probabile che quando la gente li vedrà in giro venga colta da improvvisa passione. Io lo spero».
Tutto questo, però, rischia di far salire le nostre bollette telefoniche verso livelli forse insostenibili. Ci saranno crisi nelle famiglie, litigi, o forse anche peggio.
«No. Non penso proprio. Anche in questo caso mi consenta di non essere dettagliato sulle condizioni economiche, ma le posso dire che faremo anche in questo caso degli abbonamenti flat. Si paga una cifra e poi si telefona o si guarda la tv anche per 24 ore al giorno, se uno ha il fisico per farcela e se gli piace. La spesa, quindi, sarà preventivata fin dall’inizio».
Poi ci saranno gli extra.
«Questo è normale. Se uno poi vorrà vedere un certo evento sportivo o musicale, ci saranno delle tariffe apposite. Ma tutto sarà molto trasparente e molto chiaro».
Che cosa potremo vedere da fine maggio su questi Walk Tv?
«Per ora si potranno vedere in chiaro tutti i programmi di Mediaset, della 7 e di Mtv. Poi sono in corso trattative con Sky e con la Rai. Prima o poi, quando queste emittenti avranno deciso come comportarsi di fronte a questo fenomeno della tv sui cellulari, arriveranno anche i loro programmi. Inoltre, questi telefonini, almeno nel nostro caso, sono abbinati al portale Alice e quindi si potrà vedere tutto quello che c’è oggi su Alice e si potranno utilizzare anche gli stessi servizi. Tenga conto che oggi Rosso Alice è il primo portale broadband europeo. Ogni mese registriamo almeno 150 mila transazioni commerciali. Insomma, è una roba grossa e importante. E da adesso si arricchirà, di fatto, anche degli abbonati ai telefonini».
Altre novità?
«Per la verità c’è ancora una cosa. Mettendo insieme un po’ tutte queste tecnologie e queste esperienze, lanceremo l’Adsl ricaricabile (come i telefonini). E faremo entrare nella nostra community del mobile (La Tribù) anche quelli dell’Adsl. Tenga conto che oggi nella Tribù del mobile c’è circa un milione e mezzo di abbonati, mentre quelli abbonati all’Adsl sono sei milioni. Stiamo per dare vita cioè alla più grande community «elettronica» del mondo. E si tratta di un fenomeno ancora in crescita. Abbiamo appena cominciato».

La Repubblica Affari e Finanza 18-5-06



Re: Anticipazioni convention TIM
18.05.2006 - 20:09
Tante belle novità, sicuramente... Ma una tariffa un pò più abbordabile, per le telefonate, rispetto a quelle oggi presenti nel listino TIM, nulla ?! Secondo me il telefono serve più che altro per telefonare e le tariffe di TIM mi sembrano davvero alte... ( eppure la concorrenza ha Wind10, Super3 e via dicendo... ).


Re: Anticipazioni convention TIM
18.05.2006 - 20:31
non metto in dubbio e confuto le novità........ma ancora sta ideologia...nel 2006 di tariffe solo ed esclusivamente vs Tim!!!ma caxxo io,noi,in rubrica(per fortuna)non abbiamo solo TIM...ma non lo capiscono,ci vogliono portare a far fare all'amico dell'amico,ai parenti dei parenti lo stesso gestore per risparmiare..ma wiwa la WIND10 vs tutti!!!!!!


:)


Spiacente, solo gli utenti registrati possono intervenire. Cosa aspetti a registrarti?

Clicca qui per collegarti


Pubblicita'


Pubblicita'





CellularItalia 1999-2022 - P.IVA 01168620993 - Tutti i diritti riservati